Un mio parente, rispettando una promessa di tanti anni fa, sta per regalarmi una vecchia auto da collezione.
Abbiamo però un dubbio circa la necessità del notaio, trattandosi di una donazione.
Vi chiediamo se il valore del bene può consentire il passaggio di proprietà dell’auto senza nessun’altra formalità.

Non abbiamo tutti gli elementi per fornirLe una risposta di assoluta tranquillità perché non conosciamo né l’effettivo valore della “500” né le condizioni economiche e patrimoniali del Suo parente.
Infatti, perché questo regalo sia considerato una “donazione di modico valore” occorre che la 500 non sia un pezzo di antiquariato e/o che il parente non si trovi in condizioni patrimoniali straordinariamente floride.
Infatti, secondo l’art. 783 del cod. civ.:
La donazione di modico valore che ha per oggetto beni mobili è valida anche se manca l’atto pubblico, purché vi sia stata la tradizione.
La modicità deve essere valutata anche in rapporto alle condizioni economiche del donante”.
Nel Suo caso, pertanto, dovremmo stare ragionevolmente nel campo delle donazioni di modico valore e quindi dovrebbe essere sufficiente la trascrizione del passaggio di proprietà.
Questo è comunque un tema molto più ampio perché, come forse è noto, queste liberalità non sono assoggettate ad azione di riduzione o a collazione e quindi non incidono neppure sul calcolo del valore complessivo dell’asse ereditario.

(cesare pizza)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!