Avrei bisogno di qualche indicazione pratica per capire quale sconto mi applicano i fornitori e di conseguenza quale prezzo posso applicare a mia volta al pubblico.
Avete già risposto a un quesito simile e anch’io ritengo opportuno inviarvi tre fatture a titolo esemplificativo così da permettervi una migliore disamina.

È una questione effettivamente già affrontata su cui comunque è opportuno tornare perché sicuramente di interesse generale.

In base ai dati delle fatture che ci ha inviato, sviluppiamo qui di seguito – utilizzando peraltro le stesse tabelle già riportate nell’altra news (cui Lei probabilmente si riferisce) e relative a prodotti degli stessi settori merceologici – i calcoli del margine di utile effettivo che tenacemente [ma, come noto, erroneamente] si continua a chiamare “sconto”: 

PRODOTTO

PREZZO PUBBLICO

QUANTITA’

IMPORTO NETTO IVA

Avodart

29,41 €

3

54,79 €

 

Ricavo al netto dell’Iva 29,41/1,10 = € 26,74
Costo unitario al netto dell’Iva 54,79/3 = € 18,26
Margine di utile 26,74 – 18,26 = € 08,48

Margine di utile in %                    8,48×100/26,74 = € 31,71%

PRODOTTO

PREZZO PUBBLICO QUANTITA’ IMPORTO NETTO IVA SCONTO
Siringa 0,50 € 100 17,00 €

66% (???)

 

Ricavo al netto dell’Iva 0,50/1,22 =  € 0,40
Costo unitario al netto dell’Iva 17,00/100 = € 0,17
Margine di utile 0,40 – 0,17 = € 0,23

Margine di utile in %                  0,23×100/0,40  =  57,5%

Diversamente da quanto indicato in fattura, il margine di utile effettivo è pari al 57,5% e non al 66%, e questo perché il calcolo effettuato dal fornitore ingloba nel margine – non correttamente… – anche l’IVA.

PRODOTTO

PREZZO PUBBLICO QUANTITA’ IMPORTO NETTO IVA SCONTO
Cosmetico 40,00 € 10 177,02 €

40% + 10%

 

Ricavo al netto dell’Iva 40,00/1,22 = € 32,78
Costo unitario al netto dell’Iva 177,02/10 = € 17,70
Margine di utile 32,78 – 17,70 = € 15,08

Margine di utile in %                  15,08×100/32,78 = 46%

Nell’ipotesi in cui, invece, Lei abbia a disposizione solo il prezzo di acquisto, per la determinazione del prezzo di vendita – quello cioè da praticare al pubblico – è necessario applicare al primo un coefficiente di ricarico (corrispondente al margine di utile tipico di quel settore merceologico, che per i cosmetici è mediamente del 46% come si rileva dalla tabella sopra riportata), utilizzando la seguente formula: 100 : x = (100 – 46%) : 46, con un risultato pari a un coefficiente di ricarico dell’85,18%.

Applicando quanto sopra esposto alla fattura da Lei trasmessa, avremo pertanto i seguenti risultati: 

PREZZO PUBBLICO QUANTITA’ IMPORTO NETTO IVA RICARICO
Ombretto ? 3 23,49 €

85,18%

 

Costo unitario al netto dell’Iva 23,49/3 = €   7,83
Ricarico 7,83 x 85,18% = €   6,66
Totale 7,83 + 6,66 = € 14,49
Iva 22% 14,49 x 22% =

€   3,18

Prezzo al pubblico                       14,49 + 3,18  =  € 17,67

Per ottenere quindi un margine di utile del 46% (pari dunque al margine medio per i prodotti cosmetici), il prezzo che dovrà praticare al pubblico per il prodotto in questione sarà quello di € 17,67.

(roberto santori)