[…purché il preliminare sia registrato e il promittente acquirente sia stato immesso nel possesso dell’immobile]

Ho sottoscritto il preliminare per l’acquisto di un immobile qualche giorno fa e il rogito lo farò solo a ottobre.
Questa estate però vorrei dotare l’esterno dell’immobile di un sistema di videosorveglianza che credo sia lecito perché attiene alla sicurezza dell’abitazione e comunque guarda solo verso l’ingresso di casa.
La mia domanda è: posso fruire del bonus fiscale tenendo conto che l’acquisto dei materiali e forse anche gran parte dei lavori avverranno prima che io diventi, a tutti gli effetti, proprietario della casa?

Per poter fruire del bonus sicurezza, che è quello che Le interesserebbe e che comunque è pari al 50% degli oneri sostenuti [come d’altronde è previsto anche per le opere di ristrutturazione in generale], è indispensabile che [anche] le spese da Lei indicate nel quesito avvengano dopo il rogito.
A questo si può però ovviare  – e potrebbe essere quindi anche il Suo caso  – in presenza di un preliminare registrato, ma con l’immissione del promittente acquirente nel possesso dell’immobile prima del rogito: solo così, cioè, le spese sostenute dopo il preliminare rilevano ai fini della detrazione per interventi di ristrutturazione.
Ulteriore adempimento da rispettare in tale fattispecie è l’indicazione nella dichiarazione dei redditi degli estremi di registrazione del preliminare, quel che del resto è intuitivo.

(marco righini)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!