Ormai ogni rapporto con il Fisco, lo sapete bene, va valutato in funzione dell’ISEE, cioè del reddito attribuibile al titolare che richiede il documento unitamente a quello del coniuge e a quello dei figli [anche maggiorenni] che restano in casa, e quindi, in sostanza, il reddito accumulato di tutti i soggetti che fanno parte dello stesso nucleo familiare.

Oggi non è più necessario il ricorso a un Caf perché è sufficiente andare sul sito dell’Inps e cliccare su QUESTO LINK appunto per la simulazione del calcolo dell’ISEE, per il quale può bastare inserire alcune informazioni come ad esempio: patrimonio immobiliare, patrimonio mobiliare, situazione familiare e redditi.

Si potrà così conoscere (nella sezione F) il risultato della simulazione e dunque il valore dell’ISEE familiare.

L’operazione, insomma, è semplice e si evitano, se del caso, file e parcheggi auto.

(franco lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!