[…ma non per la richiesta del beneficio]

Nel 2024 sarà ancora possibile presentare istanze per la richiesta del credito d’imposta Mezzogiorno in relazione alle spese sostenute nel corso del 2023?
Se sì, ho ordinato un distributore automatico nel 2023, consegnato dal fornitore nel 2023 con fattura che è pervenuta nei primi giorni del 2024, anche se datata 2023. Avrò comunque la possibilità di chiedere il beneficio fiscale?

La risposta è affermativa per entrambi i Suoi quesiti.
Ricordiamo che possono fruire del credito d’imposta per investimenti nel Mezzogiorno, ai sensi dell’art. 1, comma 98, della L. 208/2015, le “(…) imprese che effettuano l’acquisizione dei beni strumentali nuovi (…) fino al 31 dicembre 2023”.
Infatti, e rispondiamo così alla Sua prima domanda, le richieste per il credito d’imposta Mezzogiorno [valido oramai solo ed esclusivamente per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2023] potranno/dovranno essere trasmesse entro e non oltre il 31 dicembre 2024.
Quanto al secondo quesito, invece, può essere sufficiente richiamare i chiarimenti forniti dalla Circolare dell’Agenzia delle Entrate del 3 agosto 2016, n. 34/E, con la quale è stato specificato che: “(…) l’imputazione degli investimenti al periodo di vigenza dell’agevolazione segue le regole generali di competenza previste dall’articolo 109, commi 1 e 2, del Tuir. Al riguardo si rammenta che, ai sensi delle disposizioni del richiamato articolo 109 del Tuir, le spese di acquisizione dei beni si considerano sostenute, per i beni mobili, alla data della consegna o spedizione, ovvero, se diversa e successiva, alla data in cui si verifica l’effetto traslativo o costitutivo della proprietà o di altro diritto reale”.
Come abbiamo appena letto, quindi, indipendentemente dalla ricezione della fattura allo SDI [avvenuta, come Lei riferisce, nel 2024], potrà comunque fruire del beneficio proprio perché il distributore automatico Le è stato consegnato nel 2023.

 (andrea raimondo)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!