Sto effettuando dei lavori di ristrutturazione nel mio appartamento a cui si è aggiunto in questi giorni l’acquisto della cucina con elettrodomestici per 12.000 euro.
Posso cedere oltre il credito per i lavori di ristrutturazione anche il bonus mobili ottenuto?

La risposta non può essere affermativa.
Ricordiamo che l’art. 1, commi 58–60, della Legge di Bilancio 2021 ha prorogato fino al 31 dicembre 2021 il bonus mobili, e cioè in pratica la detrazione per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici di classe energetica elevata finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.
È stato anche aumentato il tetto massimo di spesa [sempre nell’ultima Legge di Bilancio]  ammissibile alla detrazione per tale beneficio fiscale, che passa infatti da 10.000 a 16.000 Euro.
Venendo al quesito, non può farsi ricorso alla cessione del credito e dunque sostanzialmente il solo modo per recuperare la detrazione ottenuta [in 10 anni] passa per la dichiarazione dei redditi.
Nessun problema, invece, per la cessione del credito per lavori di ristrutturazione, che è possibile [in misura pari al 50%] entro il limite massimo di spesa di 96.000 Euro.

(andrea raimondo)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!