I commi 97/106 istituiscono un Fondo presso il Ministero dello Sviluppo Economico – con una dotazione di 20 milioni di euro per l’anno 2021 – a sostegno dell’imprenditorialità femminile, destinato quindi a promuovere e a sostenere la diffusione dei valori del lavoro tra la popolazione femminile e massimizzare dunque il contributo qualitativo e quantitativo delle donne allo sviluppo economico e sociale del Paese.
In particolare, il Fondo sostiene:

  • gli interventi per agevolare l’avvio dell’attività, gli investimenti e il rafforzamento della struttura finanziaria e patrimoniale delle “imprese femminili”, con specifica attenzione ai settori dell’alta tecnologia;
  • i programmi e le iniziative per la diffusione della cultura imprenditoriale tra la popolazione femminile;
  • i programmi di formazione e orientamento verso materie e professioni in cui la presenza femminile va adeguata alle indicazioni di livello comunitario e nazionale.

Con decreto del MISE, adottato di concerto con il MEF e con il Ministro per le pari opportunità e la famiglia, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di Bilancio 2021 saranno delineate la ripartizione della dotazione finanziaria tra i diversi interventi, le modalità di attuazione, i criteri e i termini delle agevolazioni previste.

(andrea raimondo)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!