Sto acquistando uno scooter al prezzo di 5.000 euro e il contratto prevede il versamento di una caparra di 2.000 euro ed il pagamento della restante parte alla consegna. Quello che vi chiedo è che se posso pagare le due tranche in contanti, o se dovrò effettuare tutti i pagamenti con modalità tracciabili.

 

Attualmente il limite all’uso del contante è fissato, come noto, a 3.000 euro (art. 49 D.Lgs. 231/2007 e ss.mm.ii) e il trasferimento di denaro contante oltre questa soglia è vietato pur se operato con più pagamenti, quando però questi appaiano “artificiosamente frazionati”.

Per “frazionata” s’intende un’operazione unitaria sotto il profilo del valore economico, di importo pari o superiore al limite di 3.000 euro, posta in essere attraverso più soluzioni [ognuna delle quali inferiore al detto limite] effettuate in momenti diversi e in un circoscritto lasso di tempo.

E però, attenzione, non è configurabile come “frazionata” un’operazione in cui il trasferimento di somme risulti attuato in esecuzione di un esplicito accordo tra le parti e quindi, nel caso proposto nel quesito, riteniamo lecito e dunque consentito il pagamento di entrambe le tranches anche in contanti.

 (andrea raimondo)