Non c’è anche un limite di tempo perché l’Ordine possa sottoporre a procedimento disciplinare l’iscritto?

Un termine prescrizionale è previsto ed è di 5 anni.

Senonché, come ha precisato la Suprema Corte [sent. n. 25571/2020, riguardante proprio una vicenda che coinvolgeva alcuni titolari di farmacia pugliesi], il termine decorre bensì dalla commissione dell’illecito, ma è interrotto dall’eventuale avvio di un procedimento penale a carico degli incolpati, non rilevando la successiva eventuale sua archiviazione [esattamente quel che si era verificato nel caso deciso dalla Cassazione], ma riprendendo a decorrere dall’ufficialità dell’archiviazione.

(cesare pizza)

 

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!