Sono un titolare di farmacia e sto per assumere un magazziniere che lavorerà part–time. Nel contratto è sufficiente indicare il numero di ore giornaliere durante le quali lavorerà?

E’ illegittimo per la Cassazione un contratto di lavoro part- time che non indichi puntualmente l’orario in cui verrà prestata l’attività lavorativa, in quanto violerebbe l’art. 2, comma 2 del d.lgs. 61/2000.
Del resto, come in particolare recita tale disposizione, “nel contratto di lavoro a tempo parziale è contenuta puntuale indicazione della durata della prestazione lavorativa e della collocazione temporale dell’orario con riferimento al giorno, alla settimana, al mese e all’anno”, e dunque la mera indicazione delle ore giornaliere non sarebbe sufficiente perchè il contratto possa considerarsi legittimo, cioè conforme al dettato normativo appena riportato.
Ci pare, pertanto, che diventi per Lei ineludibile – quantomeno sul piano dell’opportunità – l’introduzione nel contratto di una puntuale indicazione circa l’orario in cui il Suo [futuro] magazziniere dovrà lavorare, anche perché, nella malaugurata ipotesi di un eventuale contenzioso con lui, la clausola contrattuale non conforme alla legge si tradurrebbe nell’irrogazione di sanzioni a Suo carico [retribuzione dovuta per il lavoro effettivamente reso e un’ulteriore somma a titolo di risarcimento danni, liquidata con valutazione equitativa].

(giorgio bacigalupo)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!