[…versato all’ex coniuge e al figlio di primo letto]

Sono divorziato da diversi anni e ogni mese verso per il mantenimento di nostro figlio una somma abbastanza cospicua. Però, tra breve, avrò un secondo figlio dalla mia attuale compagna. Questo potrà incidere sull’importo dell’assegno di mantenimento da versare alla mia ex moglie che fin d’ora mi ha fatto capire di non accettare riduzioni per nessun motivo?

È una questione che curiosamente annovera vari interventi della giurisprudenza, anche molto recenti, e del resto questa parrebbe realisticamente una vicenda non proprio infrequente.

Intanto, ricordiamo che le strade per la determinazione e/o una modifica dell’assegno di mantenimento sono soprattutto due:

  • un ricorso giudiziale, qualora ovviamente non vi sia accordo tra gli ex coniugi [e questo sembra proprio essere il Suo caso]

oppure

  • un ricorso congiunto, quando invece un accordo tra loro sostanzialmente sia stato raggiunto.

Tornando quindi alla vicenda che La riguarda, la costituzione di una nuova famiglia non comporta una diminuzione automatica dell’assegno di mantenimento versato all’ex coniuge (anche e soprattutto) a beneficio del figlio dell’unione precedente, ma è chiaro che nel Suo caso la nascita di un altro figlio con la nuova compagna – dato che Lei è il coniuge onerato, cioè tenuto a far fronte al pagamento dell’assegno – altera la Sua situazione proprio per l’insorgere di nuovi impegni [anche] sul versante patrimoniale.

È ragionevole pertanto pensare che in tale circostanza un “riesame” sulla quantificazione dell’assegno di mantenimento possa portare anche a una riduzione del suo ammontare.

Beninteso, la valutazione dell’incidenza effettiva di questo “fatto nuovo” – come di qualsiasi evenienza sopravvenuta che possa avere riflesso sulla situazione economica del coniuge onerato – è un aspetto che può essere valutato [salvo ovviamente un accordo tra i due ex coniugi] soltanto dal giudice.

(cesare pizza)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!