Io e la mia ex moglie siamo divorziati da diversi anni e ho sempre pagato l’assegno di mantenimento per nostro figlio. Tuttavia, come regalo per il compimento dei 18 anni, ho da poco comprato a mio figlio una macchina di un valore abbastanza contenuto.  Vorrei sapere se questo regalo può in qualche modo comportare la diminuzione dell’assegno di mantenimento, magari anche soltanto per un breve periodo.

La risposta è negativa.
Intanto, questa vicenda configura ragionevolmente, anche se questo è un aspetto che non rileva sotto il profilo che Le interessa, una donazione c.d. di modico valore ai sensi dell’art. 783 cod. civ.*, come è anche vero del resto che, nell’ipotesi in cui l’auto avesse avuto un valore molto più elevato [ma non dovrebbe essere il Suo caso], si sarebbe comunque trattato di una donazione indiretta, cioè di un fatto/comportamento produttivo, come altre volte abbiamo sottolineato, degli stessi effetti della donazione pura e diretta [arricchimento del donatario e impoverimento del donante] senza però osservare la forma dell’atto pubblico.


*N.B. Art. 783 cod. civ. “La donazione di modico valore che ha per oggetto beni mobili è valida anche se manca l’atto pubblico, purché vi sia stata la tradizione.
La modicità deve essere valutata anche in rapporto alle condizioni economiche del donante”.


Ma per rispondere senza ulteriori considerazioni al quesito, può essere sufficiente richiamare le precisazioni al riguardo della Cassazione che, addirittura molto recentemente, ha affermato che “l’assegno dovuto al coniuge separato o divorziato, per il mantenimento dei figli ad esso affidati, non può subire riduzioni o detrazioni in relazione ad altre elargizioni del coniuge obbligato in favore dei figli” [Cass. Civ. 6111/2024].
Come vediamo, la liberalità a favore di vs. figlio non potrà comportare alcuna influenza, neppure per qualche mese, sull’ammontare dell’assegno di mantenimento, che d’altronde – giova sempre ribadirlo – può variare generalmente solo nel caso in cui si registri un significativo incremento o peggioramento della situazione patrimoniale del coniuge onerato.

(aldo montini)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!