Leggevo su un giornale che il bilancio dello Stato italiano chiude con  un deficit di 2.583 miliardi di euro !!!

Ora, come molti di voi sapranno, l’Italia – guardando al rapporto debito/PIL, piuttosto che al valore nominale complessivo del debito –  è in pratica al terzo posto nel mondo (141,7%) per la posizione debitoria, dopo Giappone (258,2%) e Grecia (166%)…

Ma come fa lo Stato a pagare spese, interventi e altre incombenze con questo deficit?

Ai tempi berlusconiani, quando mancavano soldi si stampavano le lire e si trovava quindi liquidità. Venivano aumentate di qualche centesimo le sigarette e qualche lira la benzina.

Nel 2002 è entrato in vigore l’euro e l’UE ha stabilito che la moneta veniva stampata solo dall’Unione stessa.

Per trovare soldi il ministro Tremonti fece approvare dal Parlamento due condoni a basso costo a cui in sostanza parecchi comprensibilmente parteciparono per  sanare i loro rapporti con il Fisco.

Ed ecco che, come sosteneva il filosofo Giambattista Vico, per  la teoria dei “corsi e ricorsi storici” [secondo cui appunto determinati eventi e avvenimenti vengono ciclicamente riproposti] nella Finanziaria 2024 è contemplata – come sapete, perché ne abbiamo parlato più volte – una forma di concordato preventivo per gli anni 2024 e 2025, che prevede il pagamento di una somma a titolo di imposte, avendo come “corrispettivo” il mancato [o giù di lì] controllo dei dati contabili.

È inoltre prevista, ma anche questo già lo sapete, la sanatoria dei valori delle scorte di merce, con il pagamento dell’imposta del 18% della differenza.

Inoltre i finanziamenti dall’Europa vengono anche dal piano di transizione 5.0, sul quale ci siamo intrattenuti abbastanza dettagliatamente nella Sediva News di ieri.

Ma siamo sicuri che le farmacie – che rilasciano scontrini parlanti e presentano la DCR per i rapporti con la ASL – avranno interesse e voglia, per esempio, di accettare la proposta del Fisco con il concordato preventivo?

Staremo a vedere.

(franco lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!