Dopo il tasso effettivo [TAEG] nei mutui bancari, di cui abbiamo parlato ieri, merita un cenno anche il Taeg dei leasing, perché anche nel leasing c’è da calcolare il tasso effettivo che notoriamente la banca non dice.

Per questo bisogna collegarsi al sito https://www.cedac.com e compilare un prospetto più o meno come quello sotto riportato, immaginando che il bene da acquistare in leasing abbia un costo effettivo [c.d. storico] di € 20.000:

valore capitale                       € 20.000

canoni anticipati 1 (secondo il contratto)

% di riscatto                           1% (secondo il contratto)

canoni residui                        35

canoni annui                          12

importo canone                     € 600

Tutti questi dati risultano nella proposta della banca ed è facile riportarli.

A questo punto è sufficiente digitare “calcola” e si ottiene il tasso annuo di rendimento effettivo, che in questo caso è del 6,49%.

Meglio quindi un prestito “normale” e il conseguente ammortamento del bene per usufruire dei relativi recuperi fiscali.

Però ‘ste banche…

(franco lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!