Mia figlia quest’anno ha compiuto 25 anni. Posso ancora considerarla fiscalmente a carico?

Normalmente viene riconosciuta a un genitore con figli a carico [indifferentemente se siano figli nati fuori dal matrimonio, adottivi o in affidamento] una detrazione “teorica” – teorica perché va parametrata al proprio reddito – di ammontare pari a 950 Euro per ogni figlio di età superiore a 21anni.

Invece, il genitore che abbia figli di età inferiore a 21 anni ha diritto a richiedere all’INPS l’assegno unico.

Tali agevolazioni possono eventualmente aumentare di un importo fino a 200 Euro a figlio nel caso in cui il contribuente abbia a carico più di tre figli e/o fino a 400 Euro per un figlio portatore di handicap.

Inoltre, il figlio di età inferiore a 24 anni è considerato a carico nel caso in cui abbia percepito un reddito non superiore a 4.000 euro, mentre – se di età superiore a 24 anni – il figlio continuerà a restare a carico nel caso in cui abbia percepito un reddito non superiore a 2.840,51 euro.

Quindi, per rispondere al quesito, Sua figlia potrà risultare fiscalmente a Suo carico nell’eventualità in cui non abbia superato appunto la soglia reddituale dei detti 2.840,51 euro.

(matteo lucidi)

 

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!