Sto acquistando un box auto come pertinenza del mio appartamento e il venditore mi ha fatto presente che potrei usufruire della detrazione delle spese per quote annuali, effettuando io stesso i pagamenti relativi tramite bonifico. È corretto? E in che misura spetta il beneficio?

In primo luogo, il beneficio spetta senz’altro e dunque la risposta alla prima domanda non può che essere affermativa.
Infatti, l’art. 16-bis, comma 1, lett. a) e b) prevede la detrazione dall’imposta lorda di un importo pari al 50% [e questa è la risposta al secondo interrogativo] delle spese documentate, fino a un loro ammontare complessivo non superiore ad euro 96.000, da ripartire in 10 quote annuali di pari importo.
Inoltre, il beneficio fiscale è ammesso per le sole spese imputabili alla realizzazione delle opere [nella specie, è chiaro, consistente nella costruzione stessa del box] e a condizione che esse siano comprovate da apposita attestazione rilasciata dal venditore.
Nel Suo caso, quindi, per usufruire dell’agevolazione – subentrando al venditore – Lei dovrà, in sintesi, essere in possesso della seguente documentazione:

  1. atto di acquisto o preliminare di vendita da cui emerga la sussistenza del vincolo di pertinenzialità tra l’edificio abitativo e il box auto;
  2. dichiarazione del costruttore relativa ai costi di costruzione imputabili al box auto;
  3. bonifico bancario o postale per i pagamenti effettuati.

(francesco sonnino silvani)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!