Vorrei acquistare un immobile che fa parte di un fabbricato interamente ristrutturato da un’impresa; anche in questo caso posso optare per la cessione del credito o per lo sconto in fattura?

In questo 2020 gli argomenti “cessione del credito” e “sconto in fattura” sono diventati alcuni tra quelli più affrontati dall’Agenzia delle Entrate; infatti, a seguito dell’emergenza Covid, sono sorti molti crediti d’imposta (Superbonus, Bonus facciate, Bonus locazione, ecc.) per cui l’Amministrazione finanziaria ha espressamente previsto la cedibilità del credito o il suo utilizzo a titolo di sconto della fattura ricevuta dal fornitore cessionario.

Così, all’interno della Circolare n. 24/2020, l’Agenzia delle Entrate ha elencato gli interventi per cui si può usufruire dello sconto in fattura o della cessione del credito, ma la detrazione per l’acquisto di immobili facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione o ristrutturazione [che provvedono entro diciotto mesi dal termine dei lavori all’alienazione o assegnazione] non è stata citata espressamente.

Tuttavia, dato che gli interventi realizzati da tali imprese sono gli stessi di recupero del patrimonio edilizio per i quali l’Agenzia ha confermato la cedibilità/sconto del credito, anche nel Suo caso crediamo si possa optare senz’altro – invece che per la detrazione – per la cessione del credito o per lo sconto in fattura.

(francesco raco)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!