L’art. 141 del Decreto Rilancio proroga ulteriormente [dal 1° gennaio 2020 al 1° luglio 2020 e ora 1° gennaio 2021] la data di avvio della lotteria degli scontrini.

Questo darà sicuramente più tempo alle farmacie di organizzarsi per settare i propri registratori telematici – per chi non lo avesse già fatto… – per la trasmissione dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate.

È opportuno comunque rivedere rapidamente i passi necessari per poter partecipare in qualità di consumatore [ma anche lato farmacia/esercente ovviamente…] secondo il Provvedimento del 5 marzo u.s. dell’Agenzia delle Dogane emanato d’intesa con l’Agenzia delle Entrate.

In primo luogo sarà indispensabile che il cliente si procuri il c.d. “codice lotteria” [che altro non è che un codice alfanumerico composto da 8 caratteri associato al codice fiscale del cliente che dovrà essere stampato o salvato su smartphone, tablet, ecc.] da esibire alla farmacia/esercente [che dovrà riportare tale codice all’interno dello scontrino], reperibile prossimamente da un’apposita funzionalità disponibile nell’area pubblica del “Portale lotteria” gestito dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli [alleghiamo di seguito il link:

https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/codice-lotteria].

A questo punto la farmacia, con un lettore ottico connesso al registratore telematico, effettua il collegamento tra lo scontrino e il codice lotteria del cliente e trasmette i dati all’Agenzia delle Entrate [né più e né meno di quello che fa con il STS…].

Alla lotteria potrà partecipare qualunque persona fisica maggiorenne residenti in Italia che acquista beni o servizi al di fuori dall’esercizio di attività d’impresa arte o professione.

Ogni singolo corrispettivo trasmesso dalla farmacia/esercente telematicamente all’Agenzia delle Entrate, e valido per la partecipazione alla lotteria, genera un numero di biglietti virtuali per la partecipazione all’estrazione [pari a un biglietto per ogni euro di corrispettivo, con arrotondamento all’unità di euro superiore se la cifra decimale è maggiore di 49 centesimi]; per corrispettivi pari o superiori a euro 1000 il numero massimo di biglietti generati è, in ogni caso, pari a 1000.

Ciascun corrispettivo partecipa a una sola estrazione settimanale, a una sola estrazione mensile e a una sola estrazione annuale, secondo il calendario che sarà visibile sul Portale lotteria.

Per quanto riguarda l’importo dei premi, sono previste:

  • 1 estrazione mensile con 3 premi di € 30.000 ciascuno;
  • 1 estrazione annuale con un premio pari a € 1.000.000, la cui data sarà definita con un provvedimento delle Dogane.

Saranno effettuate inoltre [ogni giovedì] anche estrazioni settimanali con 7 premi del valore di € 5.000 cadauno.

Le vincite non sono soggette a tassazione e vanno reclamate entro 90 giorni dalla comunicazione di vincita [che avverrà a mezzo pec o con sms fornito al momento della registrazione], pena la decadenza.

Da ultimo, con un successivo provvedimento ancora da emanare saranno stabilite le regole per l’ulteriore concorso c.d. “zero contanti”: si tratta di estrazioni aggiuntive dedicate a chi effettua gli acquisti con moneta elettronica e alle quali partecipano, oltre naturalmente ai consumatori, anche gli esercenti, cioè i soggetti che trasmettono telematicamente i corrispettivi, perciò anche le farmacie.

(marco righini)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!