Come avrete certamente già rilevato dalle stesse note diramate dell’Enpaf, il Vs Ente previdenziale ha ufficializzato il differimento di 2 mesi dei termini di pagamento delle quote contributive dovute dagli iscritti per l’anno 2020, che quindi potranno essere liquidate con prima scadenza al 30 giugno 2020 (anziché al 30 aprile 2020).
E’ un “atto dovuto alla luce delle difficoltà che la categoria sta attraversando”, ha precisato il Presidente dell’Ente, chiarendo anche che l’Enpaf assicurerà gli interventi necessari al sostegno economico dei farmacisti in difficoltà, che a loro volta andranno ad integrare quelli già previsti nel dl n. 18 del 17 marzo 2020 e negli altri provvedimenti che inevitabilmente arriveranno.

(andrea raimondo)