Per la mia abitazione familiare, composta da un nucleo di cinque persone, ho ricevuto dal Comune l’importo da pagare della TARI per il 2018. Nel calcolo si chiede di pagare una quota fissa e una variabile. Potete aggiungere qualcosa per chiarire meglio?

La TARI, come giustamente Lei rileva, è composta da una quota fissa e una quota variabile.

Quella fissa è calcolata moltiplicando l’importo deliberato dal Comune [determinato anche in base al numero di occupanti] per i mq dell’unità abitativa.

La quota variabile, invece, è costituita da un importo unico collegato al numero di occupanti l’abitazione.

Pertanto, se una famiglia come la Sua occupa 100 o 300 mq, la quota variabile è sempre la stessa, mentre cambierà quella fissa.

 (andrea raimondo)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!