Vorrei un chiarimento ad uso dei dipendenti della mia farmacia che usufruiscono di buoni–pasto che spesso utilizzano al supermarket per la spesa di casa. Il limite di utilizzo è cambiato?

Dal 9 settembre 2017, quindi ormai da quasi due anni, i buoni pasto possono essere utilizzati cumulativamente nell’ambito della stessa spesa fino ad un massimo di otto e d’altronde più o meno in tutti i supermercati oggi figurano alle casse avvisi in tal senso alla clientela.

La modifica è stata introdotta dal Decreto MISE n. 122 del 07/06/2017 che ha anche ridefinito il quadro normativo di riferimento in materia di “ticket restaurant”.

Nel testo precedentemente in vigore [art. 5, comma 1, lett. d) DPCM 18/11/2005] il tetto di “spendibilità” era infatti di un buono pasto al giorno, ma si trattava in realtà di un limite vigente solo “sulla carta”, tenuto conto della prassi diffusissima di raccogliere i buoni e di utilizzarli in un colpo solo al supermercato, generalmente per le spese alimentari della famiglia.

Il nuovo limite, perciò, se formalmente costituisce un ampliamento della facoltà di utilizzo, in realtà ha posto fine a una pratica ormai consolidatasi che aveva finito in passato per degenerare sostanzialmente in un abuso dello strumento.

L’“ordine”, dunque, è stato già da allora ristabilito.                                                              

(giorgio bacigalupo)