Se c’è una cosa che l’esperienza di tutti i giorni della fattura elettronica verso la P.A. ci ha insegnato è che l’ipotesi in cui la farmacia invii per errore una fattura elettronica incompleta o errata esiste davvero ed è tutt’altro che un’ipotesi infrequente.

Le piattaforme oggi a disposizione del farmacista, sia quelle integrate nei gestionali che quelle “laiche”, non consentono tuttavia – attenzione – di “richiamare” una fattura che sia stata già trasmessa (appunto incompleta o con errori) e dunque introducono elementi di rigidità sul piano operativo che finiscono/finiranno per rendere difficile, per non dire impossibile, colmare la lacuna o riparare agli errori quando a gennaio tutte le fatture, anche quelle verso i clienti, saranno elettroniche.

Proprio dal “gruppo di lavoro” delle farmacie che nel concreto collabora attivamente con noi nello sviluppo di SKYNET è emersa perciò anche la necessità di poter/dover gestire il caso in cui sia stata trasmessa una fattura in qualunque modo sbagliata.

 

 

 

 

 

 


La Sediva, nella sua veste di nodo SDI, ha di conseguenza sviluppato una tecnologia – già disponibile in SKYNET – che permette al farmacista, come si rileva dall’immagine appena riportata, di “richiamare” in completa autonomia [più o meno entro 1 ora (non informatica ma di orologio) dall’invio] qualsiasi fattura già caricata, quindi anche quelle da completare o da correggere e successivamente rinviare.

Potrà apparire una banale funzionalità in più, ma, oltre a rivelarsi un’opzione che almeno al momento è una prerogativa esclusiva di SKYNET, si tratta di una funzionalità che nel concreto restituisce alla farmacia il controllo completo delle proprie fatture.

E’ possibile registrarsi QUI —> https://skynet.sediva.it/register

(Sediva – Studio Associato)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Sediva – Studio Associato)