I proprietari, gli usufruttuari e gli utilizzatori a titolo di locazione finanziaria sono soggetti al pagamento delle tasse automobilistiche per le autovetture e i motoveicoli.
L’importo dovuto va versato alle scadenze previste che variano in relazione alla data di immatricolazione del veicolo.
Nell’arco dell’anno le scadenze sono esattamente tre: 31 gennaio (oggi) per la scadenza di dicembre, 31 maggio per la scadenza di aprile e 30 settembre per la scadenza di agosto.
Gli autoveicoli che hanno potenza superiore a 185 KW sono anche soggetti all’addizionale erariale alla tassa automobilistica, meglio conosciuta come superbollo.
L’importo dovuto deve essere versato alla medesima scadenza del normale bollo auto, mediante modello F24 Elide (Elementi Identificativi) con il codice tributo 3364 e l’indicazione della targa del veicolo.
Il calcolo da fare è il seguente:

  • € 20 per ogni KW eccedente i 185 KW entro i cinque anni dalla data di costruzione del veicolo;
  • € 12 per ogni KW eccedente i 185 KW dopo i cinque anni dalla data di costruzione del veicolo;
  • € 6 per ogni KW eccedente i 185 KW dopo i dieci anni dalla data di costruzione del veicolo;
  • € 3 per ogni KW eccedente i 185 KW dopo i quindici anni dalla data di costruzione del veicolo;
  • il superbollo non è più dovuto dopo i venti anni dalla data di costruzione del veicolo.

In caso di tardivo versamento è anche applicabile il ravvedimento operoso versando la sanzione con il codice tributo 3365 e gli interessi con il codice tributo 3366.
Attenzione quindi alla scadenza odierna.

(roberto santori)