Vorrei sapere se valgono anche per le farmacie gli incentivi come ad esempio il voucher per la digitalizzazione prevista a favore delle piccole e medie imprese.

Ricordiamo intanto che il Ministero dello Sviluppo economico, con decreto del 24 ottobre 2017, ha previsto per la digitalizzazione dell’impresa una specifica contribuzione (voucher), cui è apposto tuttavia un doppio tetto: l’importo non può superare il 50% del totale delle spese sostenute (per gli acquisti di software, computer e servizi specialistici che consentono di migliorare e modernizzare l’efficienza aziendale oppure sviluppare l’e-commerce) né l’importo limite di € 10.000.
Bisognerà presentare la solita domanda nel periodo compreso tra le ore 10 del 30 gennaio 2018 e le ore 17 del 9 febbraio 2018 compilando un apposito modulo telematico, e però occorre essere in possesso della carta nazionale dei servizi, cioè della tessera sanitaria munita di un “cip” (da attivare presso uno degli sportelli abilitati della regione di appartenenza), e naturalmente di una casella di PEC.
Gli acquisti di attrezzature telematiche che possono beneficiare del voucher sono quelli effettuati dalla data di presentazione della domanda.
Viene costituito un fondo di cento milioni, ma – qualora le richieste superassero questo ammontare – il Ministero procederà in pratica a “spalmare” l’importo delle domande eccedente i 100 milioni tra tutti gli assegnatari del voucher [dopo averne verificato naturalmente i titoli]: i richiedenti, quindi, prenderanno un po’ meno, ma tutti qualcosa, e però la data e/o l’ora di presentazione della domanda non avrà comunque alcuna incidenza sull’attribuzione del beneficio e sul suo ammontare.
Vale pertanto forse la pena, in conclusione, attendere – per l’eventuale acquisto del computer, se naturalmente in progetto – il mese di gennaio 2018.

(franco lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!