Sentiamo parlare da tempo dell’imprenditore agricolo professionale, e vorrei sapere esattamente di che figura si tratta.

L’art. 2135 c.c. definisce “imprenditore agricolo” colui che esercita le attività di coltivazione del fondo, silvicoltura, allevamento di animali nonché un’attività ad esse connessa (agriturismo, fattoria didattica, fruizione beni ambientali e forestali, biomasse, energia, ecc.).
L’imprenditore agricolo professionale (IAP) aderisce a questa nozione costituendone, tuttavia, una sorta di figura potenziata dato che, secondo quanto previsto dall’art. 1 del D.lgs. n. 99 del 29/03/2004, si definisce tale chi esercita l’attività agricola: a) in possesso di conoscenze e competenze professionali adeguate; b) dedicandovi almeno il 50% del proprio tempo complessivo di lavoro e c) ricavandone almeno il 50% del proprio reddito complessivo da lavoro.
Lo IAP può usufruire di particolari agevolazioni nello svolgimento dell’attività d’impresa in ambito agricolo sia in termini di contributi pubblici che di benefici tributari e fiscali, a differenza, ad esempio, di un imprenditore agricolo privo di questa qualifica.
Nel caso di esercizio in forma societaria dell’attività, poi, la qualifica di IAP “riverbera” sull’ente collettivo. Dispone infatti l’art. 1, comma 3, del D.lgs. 99/2004 che  “(l)e società di persone, cooperative e di capitali, anche a scopo consortile, sono considerate imprenditori agricoli professionali qualora lo statuto preveda quale oggetto sociale l’esercizio esclusivo delle attività agricole di cui all’ articolo 2135 del codice civile e siano in possesso dei seguenti requisiti: a) nel caso di società di persone qualora almeno un socio sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale. Per le società in accomandita la qualifica si riferisce ai soci accomandatari […] c) nel caso di società di capitali o cooperative, quando almeno un amministratore che sia anche socio per le società cooperative sia in possesso della qualifica di imprenditore agricolo professionale”.

(valerio salimbeni)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!