Come altri miei colleghi vorrei installare un distributore automatico all’esterno della farmacia.
Come si regola l’acquisto sul piano fiscale?

Costituendo anche il distributore automatico un cespite ammortizzabile, che figura quindi tra le “attrezzature” della farmacia, il beneficio ordinario è naturalmente rappresentato soprattutto dal suo ammortamento fiscale, che viene operato in ragione di un’aliquota annua massima del 15%, ridotta alla metà nel primo esercizio.
Il recupero del costo avviene, quindi, con l’ammortamento calcolato all’aliquota massima e considerando la riduzione alla metà della stessa per il primo anno, in un arco temporale di 8 anni.
Tuttavia anche per questo investimento si applica – e fino al 31/12/2017 grazie alla proroga disposta dall’ultima Legge di bilancio – la maggiorazione del 40% del costo di acquisizione ai fini del calcolo delle quote di ammortamento fiscalmente deducibili (c.d. “super-ammortamento”), introdotta, come si ricorderà, dalla Legge di Stabilità 2016.

 (roberto santori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!