Vorrei capire perché di alcune aziende con cui ho rapporti ricevo ancora le fatture in cartaceo.

Abbiamo iniziato – oltre 1 anno e mezzo fa – a dematerializzare le fatture di acquisto partendo da una rosa di fornitori con il maggior numero di fatture emesse alle farmacie, anche se un paio di industrie multinazionali, che guarda caso sono tra le più importanti, hanno voluto guadagnare tempo attendendo l’ufficializzazione dell’ingresso in Italia della “fatturazione B2B” (quella tra privati) in atto dal 1 gennaio scorso.
Via via stiamo comunque inserendo anche i fornitori, per così dire, “minori” e anche alcuni di quelli che erogano servizi alle farmacie (ad esempio la Credifarma), e riteniamo che in tempi non lunghissimi la dematerializzazione delle fatture possa riguardare anche tutti loro.
In questo senso però le farmacie sono in grado di collaborare con successo a un rapido perfezionamento di questo processo, perché ormai da tempo, ad esempio, molti di Voi utilizzano l’apposito tasto di Skynet, che permette di richiedere autonomamente e automaticamente a un fornitore da noi non ancora contattato l’attivazione del processo.
Con questo automatismo le farmacie hanno del resto attivato direttamente parecchi fornitori di loro “preferenza” (alcune ne hanno attivati addirittura 60!), che anche Lei pertanto potrà indicare mediante l’apposita funzione, come illustra l’immagine di questa news.
E noi ci occuperemo evidentemente di tutto il resto.
In ogni caso, sia per un’eventuale assistenza sul concreto utilizzo di questa specifica funzionalità di Skynet, come per qualsiasi chiarimento anche di carattere generale, il nostro CED è naturalmente a Vs. disposizione.

(emiliano minella)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!