Sono un farmacista che dopo la laurea, l’abilitazione e l’iscrizione all’Ordine dei farmacisti, nel 1979 ha effettuato l’allora previsto tirocinio di 6 mesi di Farmacista Ospedaliero regolarmente retribuiti, ma senza trattenute previdenziali, presso una farmacia ospedaliera (tirocinio previsto dagli artt. 6,9 e 26 della legge 18 aprile 1975). Vorrei sapere se tale periodo è riscattabile ai fini pensionistici anche per i dipendenti privati con le stesse modalità previste dalla legge n. 27491, artt. 8 e 9 Legge 8 agosto 1991 n. 274 riguardante i dipendenti pubblici.

Allego certificazione e busta paga inerente il tirocinio effettuato.

 

I periodi di tirocinio, compresi i tirocini “garanzia giovani”, non sono riscattabili ai fini pensionistici.

Lo prevede l’art. 6 D.Lgs. 564/199 con riguardo ai tirocini dal 1996 in poi, anche se manca tuttora il relativo decreto attuativo per rendere la norma operativa.

In ogni caso, quanto al periodo di tirocinio da Lei svolto all’interno dell’Ospedale, non è prevista – per i dipendenti privati – la facoltà di riscatto, perché la normativa citata si riferisce a settori del pubblico impiego.

(luisa santilli)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!