NORMATIVA, GIURISPRUDENZA & PRASSI (in pillole)

➢ Il CdS ordina all’Azienda Sanitaria di intimare alla farmacia
illegittimamente trasferita l’abbandono dei nuovi locali
Consiglio di Stato – sent. 03/12/2015, n. 5471
Il CdS aveva in precedenza accolto il ricorso di un titolare di farmacia
contro il provvedimento che aveva autorizzato il trasferimento di un altro
esercizio a una distanza inferiore ai 200 metri.
A questa decisione non era però seguito nel concreto l’abbandono del locale
“illegittimo” da parte del titolare, anche perché al riguardo non erano
stati adottati dall’Azienda Sanitaria provvedimenti di effettiva esecuzione
della sentenza ma soltanto atti sostanzialmente dilatori.
Di qui il ricorso per ottemperanza che il CdS accoglie ordinando
“all’Azienda Sanitaria di ingiungere alla titolare della Farmacia di
regolarizzare la propria posizione, entro un termine dato, con espresso
avvertimento che in mancanza saranno adottate le sanzioni appropriate per
l’ipotesi di una farmacia tenuta in esercizio in un locale privo di
autorizzazione”.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!