LO SCONTO SUL FARMACO VETERINARIO – QUESITO

È possibile praticare sconti anche sui farmaci veterinari che richiedono
prescrizione medica (ripetibile, non ripetibile e triplice copia)? In
parafarmacia possono essere regolarmente spedite ricette veterinarie in
triplice copia?

L’art. 11 comma 8 del dl Crescitalia consente di praticare sconti sui
prezzi di tutti i tipi di farmaci e prodotti venduti pagati direttamente
dall’utenza, dandone adeguata informazione ai clienti, e con il rispetto
della “par condicio” tra loro (anche se personalmente nutriamo almeno
qualche perplessità sotto quest’ultimo punto di vista).
Ed essendo in ogni caso “farmaci” (o, quantomeno, “prodotti”) anche quelli
ad uso veterinario soggetti a prescrizione, è chiaro che anch’essi possono
essere oggetto di una riduzione del prezzo di cessione.
Il comma 14 dell’art. 11, infine, prevede che anche le parafarmacie possono
vendere medicinali veterinari, pur se soggetti a prescrizione, ad eccezione
di quelli stupefacenti richiamati dall’art. 45 del relativo T.U.
(stefano lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!