LA CIRCOLAZIONE DI QUOTE SOCIALI ANTE E POST GRADUATORIA – QUESITO
L’acquisizione e la successiva cessione di quote societarie nei 10 anni
prima del bando (esattamente nel 2007) possono aver pregiudicato la mia
partecipazione al concorso straordinario marchigiano? E l’eventuale
acquisizione di una quota sociale operata dopo la pubblicazione della
graduatoria può avere qualche conseguenza sul concorso?

La preclusione decennale di cui all’art. 12 della l. 475/68 scatta soltanto
a carico di chi abbia ceduto la titolarità di una farmacia in forma
individuale, mentre la cessione di quote sociali non ha nessun rilievo e
non svolge alcun ruolo nella partecipazione a un concorso ordinario, ma
neppure incide sulla partecipazione a quello straordinario sempreché,
beninteso, la cessione sia stata perfezionata prima della scadenza del
termine di presentazione della domanda.
Infatti, al socio – se di società titolare di farmacia non rurale
sussidiata, né soprannumeraria – era preclusa la partecipazione ai concorsi
straordinari, perché così espressamente previsto nei bandi, e prima ancora
nell’art. 11 del dl Crescitalia.
Quindi, si trattava – usiamo l’imperfetto perché i termini di
partecipazione sono ormai ampiamente scaduti per tutti i concorsi
straordinari – di una preclusione derivante dal mero possesso di una quota
sociale e non dalla sua cessione infra o ultradecennale.
Senonché, una volta pubblicata la graduatoria di un concorso straordinario,
il concorrente può liberamente rendersi cessionario di una quota sociale
(anche se di farmacia non rurale sussidiata, né soprannumeraria), ma anche
individualmente di una farmacia, e però con il rischio in questa seconda
evenienza – come abbiamo osservato altre volte – di dover rinunciare alla
titolarità nel caso di conseguimento per concorso, in forma individuale o
associata, di altro esercizio.
Tornando al caso specifico, la Sua partecipazione al concorso straordinario
(marchigiano) era dunque sicuramente consentita, avendo Lei ceduto la Sua
quota (molto tempo) prima della scadenza del termine di presentazione della
domanda, anche se, ripetiamo, da meno di dieci anni.

(gustavo bacigalupo)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!