SEMPRE INDETRAIBILE L’IVA SULLE MOTO DI LUSSO – QUESITO
Vorrei intestare alla farmacia una moto che sto acquistando e però si
tratta di un modello particolarmente potente (500 c.c.). Per questi veicoli
l’iva è tuttora integralmente indetraibile?

La risposta che già abbiamo dato (v. Sediva News del 22/10/2013) è sempre
attuale.
L’iva sulle c.d. moto “di lusso” – come, per l’appunto, i motocicli per uso
privato con motore di cilindrata superiore a 350 c.c. – è detraibile
soltanto per le imprese che ne esercitino la vendita e/o il noleggio e/o il
leasing, non potendo queste attività essere concretamente svolte in assenza
di tali mezzi.
Ma tutte le altre imprese – e non fanno eccezione le farmacie, naturalmente
– l’iva resta del tutto indetraibile anche se si tratta di moto utilizzate
per svolgere effettivamente l’attività.
Quindi, per poter godere della – peraltro ridotta – detrazione fiscale,
bisognerebbe accontentarsi di un “motociclo” con motore di cilindrata non
superiore a 350 c.c., che d’altra parte sembra francamente una cilindrata
di… tutto rispetto.
(tullio anastasi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!