Le note di credito per fatture elettroniche – QUESITO

Come Associazione sindacale provinciale vi chiediamo qualche chiarimento su
come vadano predisposte le note di credito per le fatture elettroniche
emesse e già recepite dal sistema.

Le note di credito hanno esattamente la stessa natura contabile, fiscale e
amministrativa delle fatture (la differenza, nota sicuramente a tutti,
consiste nell’essere documenti che riducono parzialmente o totalmente
fatture precedentemente emesse) e pertanto seguono la stessa procedura
tecnologico-informatica.

Più o meno tutti i programmi gestionali delle farmacie dovrebbero
sicuramente permettere l’emissione delle note di credito nel richiesto
formato xml, e a questo punto non resta che seguire il medesimo iter
previsto per le fatture elettroniche.

Anche i siti delle varie regioni che consentono l’emissione delle fatture
per le forniture di assistenza integrativa, DPC, web care, ecc. dovrebbero
prevedere la possibilità di emettere note di credito elettroniche e,
laddove questo non fosse possibile, è sempre facoltà del farmacista
emettere il documento con il proprio gestionale, per poi seguire la solita
procedura consistente nell’apposizione della firma digitale e
nell’inserimento del documento nel Sistema di Interscambio della Pubblica
Amministrazione.

(roberto santori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!