Due domande in materia di lavoro – QUESITO

Vi pongo due quesiti.
1) Come vanno calcolate la tredicesima e la quattordicesima mensilità
spettanti alla collaboratrice in maternità, dipendente a tempo pieno e con
contratto a tempo indeterminato: è vero che il dovuto è a totale carico
del datore di lavoro senza la possibilità di ripartizione?
2) Inoltre, leggendo una Vs. news recente, mi sembra sia preferibile
effettuare due assunzioni part-time al posto di una full-time; ma il part-
time usufruisce comunque di un mese di ferie ed ha quantitativamente gli
stessi diritti del dipendente full-time?

Durante l’evento di maternità obbligatoria la tredicesima mensilità matura
solo nella misura del 20% del rateo ed è interamente a carico del datore di
lavoro, mentre la dipendente non matura alcun rateo della quattordicesima
mensilità.
Nell’eventuale periodo di congedo parentale (maternità facoltativa) non si
matura alcun rateo né dell’una né dell’altra mensilità aggiuntiva.
Quanto al doppio part-time in luogo del full-time (v. Sediva news dell’11
luglio 2014), ferma la possibilità, e generalmente anche la convenienza, di
operare due assunzioni part-time invece di una a tempo pieno, il lavoratore
part-time ha gli stessi diritti del lavoratore full-time e matura quindi
gli stessi giorni di ferie, mentre le ore di permesso vanno
riproporzionate all’orario di lavoro.

(giorgio bacigalupo)*/

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!