Il rinnovo della locazione della farmacia alla prima scadenza – QUESITO

Stanno per scadere i primi sei anni del contratto di locazione della
farmacia; è necessario formalizzare un nuovo contratto?

L’art. 28 della legge 392/78 prevede che il contratto di locazione
commerciale si rinnova tacitamente di sei anni in sei anni se una delle
parti non comunica all’altra disdetta nei termini previsti, tenendo
tuttavia presente che alla scadenza del primo periodo di durata il locatore
– ma non dovrebbe essere questo il caso visto che la prima scadenza
contrattuale sembra ormai vicina – può esercitare tale facoltà solo per
alcuni specifici motivi indicati nell’art. 29 (in sostanza, l’utilizzo del
locale a fini personali del locatore o di suoi familiari).
Senonché, il rinnovo alla prima scadenza determina generalmente la mera
prosecuzione del contratto precedente nei termini e alle condizioni ivi
previste, e quindi non è necessario (a meno che non siano intervenute
nuove pattuizioni) formalizzare un contratto nuovo, cioè redigere
materialmente un nuovo atto nel quale travasare il contenuto del
precedente, ma è invece sufficiente versare l’imposta dovuta –
corrispondendo la singola annualità, ovvero l’intero periodo di durata
della proroga con il modello F23 ed utilizzando comunque il codice tributo
114T – nel termine di trenta giorni dalla data di rinnovo e produrre
l’attestato dell’avvenuto versamento entro venti giorni dal pagamento
all’Ufficio fiscale dove precedentemente era stato presentato il
contratto.

(stefano
civitareale)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!