Il “farmacista-odontoiatra” nella parafarmacia – QUESITO

Sono un farmacista titolare di una parafarmacia.
Nel 2013 ho conseguito la laurea in odontoiatria e sono intenzionato ad
iscrivermi all’ordine degli odontoiatri. E’ possibile la doppia iscrizione
avendo anche la specializzazione in odontoiatria? Iscrivendomi, a quali
sanzioni potrei andare incontro?

La contemporanea iscrizione – in quanto tale – sia all’Albo dei Farmacisti
che a quello degli Odontoiatri è senz’altro ammissibile e l’esercizio da
parte Sua di un’attività di parafarmacia non comporta l’applicazione delle
restrizioni previste dalla normativa vigente a carico del titolare di
farmacia in possesso della duplice iscrizione (art. 102, primo comma, T.U.
San. 1934, anche se si tratta di una disposizione che auspicabilmente
dovrebbe essere ben presto modificata). Lei potrà quindi esercitare la
professione di odontoiatra (che non è tuttavia un’attività imprenditoriale,
come Lei afferma, perché resta meramente professionale) e continuare anche
quella di parafarmacia, visto che quest’ultima è nel concreto una semplice
attività di vendita di prodotti sanitari unitamente ai SOP e OTC,
dispensabili, come sappiamo, senza la necessità di una prescrizione medica.

(stefano civitareale)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!