Se la detrazione per spese mediche eccede l’imposta dovuta… – QUESITO

In base alle risultanze, per il 2013 le spese mediche da recuperare
dovrebbero senz’altro eccedere le imposte da pagare e vorrei quindi sapere
se posso recuperare in più anni.

Intanto, ricordiamo che le spese sanitarie sono detraibili dall’imposta
nella misura del 19% del loro ammontare, e, per di più, dopo aver detratto
la franchigia di € 129,11.
Anche se, perciò, nel corso di un anno vengono sostenute spese mediche
pari, poniamo, al reddito conseguito, nella quasi totalità dei casi ci sarà
la capienza necessaria per recuperare la detrazione fiscale.
Per esempio, ad un reddito di € 50.000 (e senza applicare particolari
deduzioni e/o detrazioni) corrisponde un’IRPEF – con le aliquote
attualmente vigenti – pari ad € 15.320,00; e se, nello stesso anno, vengono
sostenute spese sanitarie per complessivi € 50.000, la detrazione d’imposta
sarà di € 9.475 (il 19% di € 50.000 – € 129), e dunque non sufficiente ad
abbattere completamente l’imposta (residuerebbe, infatti, un debito IRPEF
pari ad € 5.845).
E però, qualora la detrazione per spese mediche – come il quesito evidenzia
– fosse superiore all’imposta dovuta, andando quindi oltre la sua
“capienza”, in sede di compilazione di dichiarazione dei redditi si potrà
in ogni caso scegliere di ripartire la detrazione in quattro quote annuali
costanti di pari importo.

(valerio salimbeni)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!