Riaperti i termini per il pagamento di cartelle rateizzate e non pagate

In sede di conversione in legge del c.d. “decreto Irpef” (che abbiamo a
suo tempo illustrato) è stata concessa ai contribuenti – che hanno omesso
il pagamento di due rate consecutive di cartelle assistite da un piano di
rateazione in corso al 22 giugno 2013 e che quindi erano decaduti dal
beneficio della rateizzazione in virtù delle norme a quel momento vigenti
– di proporre una nuova istanza entro il 31 luglio 2014 per la
riammissione al pagamento rateale, per un massimo tuttavia di 72
mensilità.

In questo modo, si è voluto in sostanza eliminare una disparità di
trattamento tra i contribuenti che hanno ricevuto una cartella in ordine a
cui è stata concessa una rateazione successivamente all’entrata in vigore
del “decreto del fare” (dl 69/2013),e per i quali la decadenza dal
beneficio si applica soltanto nell’ipotesi in cui sia omesso il pagamento
di 8 rate consecutive, rispetto ai contribuenti che invece, per aver
ricevuto una cartella prima dell’entrata in vigore del detto provvedimento,
avevano condizioni più restrittive per non decadere dalla rateazione (il
ricordato mancato pagamento di due rate consecutive).

E’ perciò opportuno, ove si versi in tali condizioni, utilizzare questa
“finestra” concessa ora dal Parlamento.

(valerio pulieri)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!