Niente sanzioni per errati versamenti della prima rata della TASI

Dovrebbe essere ufficializzata da un momento all’altro – con un documento
ad hoc e/o con un richiamo allo Statuto dei diritti del contribuente – la
mancata applicazione di sanzioni (sugli interessi le voci sono per il
momento discordanti) in caso di versamenti, effettuati – si badi bene –
entro il termine di legge del 16 giugno, di importi, a titolo di prima rata
della TASI, inferiori a quelli dovuti.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!