L’importo della tassa di concessione regionale una tantum – QUESITO

Sono risultato vincitore di una sede farmaceutica in un comune con abitanti
nella fascia 15.001-40.000, ma la Regione mi chiede,tra gli adempimenti per
l’accettazione,una tassa di concessione regionale di un comune con abitanti
superiore a 500.000, cioè Euro 1088,68. Perche?

La tassa di concessione regionale “una tantum” dovuta per il rilascio della
titolarità della farmacia (vinta a concorso o meno) ammonta – per i comuni
con abitanti compresi nella fascia tra 15.001 e 40.000 – proprio ad €
1.088,68.
Quella relativa alle farmacie ubicate nei comuni con oltre 500.000
abitanti è invece pari ad € 5.440,87.
La richiesta, pertanto, sembra proprio corretta.

(andrea piferi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!