Scontrino fiscale e apparecchi automatici. – QUESITO

Nella nostra farmacia per l’utilizzo degli apparecchi automatici per l’auto-
misurazione della pressione, della glicemia e del colesterolo, usiamo dei
gettoni venduti dalla cassa alla clientela che ne fa richiesta. e’
necessario battere lo scontrino fiscale anche per queste cessioni?

A meno che il cliente non richieda lo scontrino parlante per poter
beneficiare della detrazione fiscale, le cessioni e le prestazioni
effettuate mediante apparecchi automatici, funzionanti a gettone o a moneta
sono espressamente esonerate dall’obbligo di emissione dello scontrino
fiscale (cfr. art. 2, comma 1, lettera g) del D.P.R. 696/2006).
L’esonero, però, non si estende all’obbligo di registrazione dei relativi
corrispettivi i quali, pertanto, devono essere annotati nell’apposito
registro negli stessi termini e con le stesse modalità riguardanti tutti
gli altri corrispettivi “scontrinati” dalla farmacia.
A fine giornata sarà perciò necessario battere uno scontrino fiscale
riepilogativo per l’importo risultante dal contatore dell’apparecchio –
corrispondente al numero dei gettoni utilizzati nel giorno stesso – in modo
da riepilogare anche questi corrispettivi nel totale giornaliero incassato
da annotare, per l’appunto, nel relativo registro.

(paolo liguori)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!