L’utilizzo in compensazione dei crediti irpef superiori ai 15.000 euro –
QUESITO

È vero che sono stati introdotti dei limiti all’utilizzo dei crediti Irpef
scaturenti dalla dichiarazione dei redditi?

È così, perché la Legge di stabilità 2014 ha previsto che l’utilizzo in
compensazione – per il pagamento di altre imposte e/o contributi – dei
crediti per Irpef, Irap, imposte sostitutive e ritenute alla fonte per
importi superiori ai 15.000 euro richiede l’apposizione in dichiarazione
del c.d. “visto di conformità”.

Tuttavia, a differenza di quanto accade per l’iva (per la quale la
presentazione della dichiarazione con il visto di conformità deve precedere
l’utilizzo del credito stesso), per le imposte dirette la compensazione può
essere effettuata fin dal 1° gennaio dell’anno di riferimento, ma se il
credito è superiore ai 15.000 euro la dichiarazione che verrà presentata
dovrà essere corredata appunto del visto di conformità, che dunque segue
l’utilizzo del credito.

(valerio salimbeni)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!