La consegna del farmaco a domicilio – QUESITO

C’è qualche norma che regola la consegna a domicilio dei farmaci? Vi fa
riferimento il d.lgs. 3/10/2009 n. 153 (sui nuovi servizi in farmacia)
quando parla di consegna a domicilio per a) la partecipazione al servizio
di assistenza domiciliare integrata…, ma qui siamo nell’ambito
dell’assistenza domiciliare integrata.

In realtà della consegna dei medicinali a domicilio si occupa espressamente
soltanto la disposizione da Lei citata, che non detta tuttavia alcuna
regola specifica al riguardo, che troveremo probabilmente nella nuova
“Convenzione” farmaceutica, che prima o poi dovrà pur essere definita.
Da un punto di vista più generale, possiamo ricordare che a seguito di un
ormai datato “contenzioso” tra la FOFI e l’Antitrust, furono rimossi i
divieti previsti nel Vs. Codice deontologico con riguardo alla consegna a
domicilio del farmaco da parte della farmacia o di soggetti privati che si
propongono per effettuare tale servizio.
Successivamente la FOFI con una circolare del 2004 ha sostanzialmente
confermato la liceità, anche sotto il profilo professionale, della consegna
di farmaci a domicilio, purché successiva alla spedizione della ricetta da
parte del farmacista e nella farmacia.
Resta sempre ineludibile, infatti, il controllo che il farmacista deve
assicurare in ordine alla regolarità della prescrizione e/o nel controllo
del farmaco consegnato.
La ricetta deve quindi pervenire in originale presso la farmacia prima che
il farmaco esca, ferma l’irrilevanza del soggetto che provvede a farla
pervenire nell’esercizio, ma se il medicinale è soggetto a prescrizione
medica non è consentito il recapito di quest’ultima tramite fax o e-mail.
La consegna a domicilio può essere svolta anche dietro pagamento di un
corrispettivo nel rispetto delle disposizioni fiscali.
Infine, il titolare della farmacia ha naturalmente la piena responsabilità
della corretta conservazione dei medicinali, anche con riguardo alla fase
di trasporto.
Questa comunque è una vicenda che, come noto, si pone in termini sempre più
delicati e controversi, specie per come talora viene condotta nella pratica
dai protagonisti, e potrà forse risolverla una volta per tutte – se mai
accadrà – una sua definizione o ridefinizione, su uno o più fronti, in sede
normativa.

(stefano lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!