Le modifiche alla TASI e la proroga del termine di “rottamazione” delle
cartelle

E’ stato pubblicato nella G.U. del 6/32014 il D.L. n. 16/2014, contenente
disposizioni urgenti in materia di enti locali, che prevede, tra l’altro,
l’aumento dell’aliquota massima che i comuni possono deliberare in materia
di Tasi (tassa sui servizi indivisibili comunali istituita con la Legge di
stabilità 2014) dal 2,5 al 3,3 per mille da applicare sul valore delle
abitazioni principali.
L’aliquota massima comprensiva dell’Imu relativa agli immobili diversi
dalla prima casa, invece, passa dal 10,6 all’11,4 per mille.
L’incremento di aliquota dello 0,8 per mille deve però essere destinato a
finanziare detrazioni da applicare ai proprietari dell’abitazione
principale, in modo da agevolare le unità immobiliari di minor pregio.
Senonché, saranno i singoli comuni (oltre ottomila, con oltre ottomila
connessi regolamenti!) a disciplinare l’applicazione di tali detrazioni,
che saranno dunque diverse da comune a comune, mentre nel passato, e cioè
in occasione dell’Imu dovuta sulla prima casa per l’anno 2012, fu la legge
statale a individuare una detrazione fissa di euro 200,00 oltre ad una
detrazione di 50,00 euro per ogni figlio o convivente di età non superiore
a 26 anni.
Il pagamento potrà essere effettuato soltanto con F24 da presentare in
banca (esclusa quindi la possibilità del versamento telematico) o tramite
bollettino di conto corrente postale, in almeno due rate a scadenza
semestrale, sempreché il comune non decida un numero di rate maggiore.
Dovremmo dunque tutti attendere le richieste che perverranno presso le
nostre residenze per sapere nel concreto quanto ci verrà chiesto di pagare
per gli immobili di proprietà e in quali termini.
Con lo stesso provvedimento è stato anche prorogato al 31 marzo 2014,
quindi la scadenza è vicina, il termine per l’ adesione alla sanatoria
delle cartelle esattoriali, prevista sempre dalla Legge di stabilità 2014,
e che consente di beneficiare dello sgravio degli interessi di mora e
ritardata iscrizione a ruolo delle somme iscritte a ruolo entro il 31
ottobre 2013.

(stefano lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!