Contributi Enpaf: per il momento niente F24

Con la Sediva News del 20/02/2014 abbiamo dato notizia dell’estensione –
disposta dal decreto ministeriale del 10/01/2014 – del sistema dei
versamenti unitari e della compensazione tramite modello F24 anche ai
contributi dovuti all’ENPAF.

La notizia atteneva per lo più alla novità in sé, ma nulla in realtà
precisando quanto alla sua concreta attuazione, che – come lo stesso
decreto prevede – è condizionata alla stipula di una convenzione tra l’ente
di previdenza e l’Agenzia delle Entrate.

Immancabili richieste di precisazione ci sono perciò pervenute da più parti
e ora – con una nota del 5 marzo – proprio l’ENPAF ci informa che per il
momento non intende avvalersi di questa opportunità, che d’altra parte
richiederebbe se non altro i tempi “tecnici” necessari per realizzare le
conseguenti modifiche statutarie e regolamentari.

Quindi, fino a “nuovo avviso”, il contributo obbligatorio annuo dovrà
continuare ad essere versato dagli iscritti con il consueto bollettino,
senza possibilità dunque di utilizzare in sede di pagamento un qualunque
credito in compensazione.

(studio associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!