La “rottamazione” delle cartelle – QUESITO

Come possiamo avvalerci della possibilità di pagare le cartelle esattoriali
scadute con un certo sconto, liquidando però il tutto entro il 28
febbraio? E di che si tratta esattamente?

È la c.d. “rottamazione delle cartelle” introdotta dalla Legge di Stabilità
2014.

Parliamo in sostanza di una “sanatoria” che permette soprattutto lo
stralcio degli interessi dovuti sia per ritardata iscrizione a ruolo che di
mora, mentre le restanti somme restano da pagare per intero.

Inoltre, attenzione, non è applicabile per tutte le iscrizioni a ruolo (ne
sono fuori, infatti, ad esempio, i contributi previdenziali ed
assistenziali ma anche i tributi locali se la riscossione non è stata
affidata ad Equitalia…) e infine contempla, tassativamente, il pagamento in
un’unica soluzione appunto entro il 28 febbraio p.v.

Risulta quindi abbastanza contenuta l’area di convenienza della
“sanatoria”, e questo sia per l’esiguità dello sconto concesso che per
l’impossibilità di rateizzare le somme dovute.

Qualche vantaggio in più si può conseguire quando le pendenze siano
risalenti nel tempo e per le quali dunque la quota interessi si riveli
molto consistente, anche se pure in questo caso – ancor più in questo
periodo – l’impossibilità di rateizzare potrebbe nei fatti costituire un
ostacolo persino insormontabile.

(franco lucidi)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!