La vendita dei SOP e OTC soltanto in farmacia e parafarmacia e dunque non
mediante distributori automatici
(errata corrige e altre notizie)

Un consigliere dell’Ordine dei farmacisti di Palermo ci ha fatto
puntualmente e giustamente rilevare l’errore in cui è incappata la nostra
redazione nella formulazione della risposta al quesito oggetto della Sediva
News del 13.12.2013.
Si è trattato del c.d. “errore ostativo”, perché intendevamo dire che i SOP
e gli OTC non avrebbero potuto essere ceduti al pubblico da esercenti
diversi dalle farmacie e parafarmacie (come ad es. quell’impianto di
autolavaggio evocato nel quesito) neppure “mediante distributori
automatici”, mentre dalla lettura della risposta emerge – proprio
all’opposto! – che la vendita di SOP e OTC sarebbe consentita a farmacie e
a parafarmacie “anche mediante distributori automatici”.
È il caso dunque, scusandoci per l’errore, di ribadire quel che del resto
si è affermato ripetutamente in questa Rubrica, e cioè che anche la
cessione al pubblico di tali farmaci – esattamente come per gli “etici” –
deve essere obbligatoriamente operata in farmacia e in parafarmacia ai
sensi, rispettivamente, dell’art. 122 TULS (“la vendita al pubblico di
medicinali a dose o forma di medicamento non è permessa che ai farmacisti e
deve essere effettuata nella farmacia”) e 5, comma 2 del D.L. 223/2006
convertito in l. 248/2006 (“è obbligatoria infatti la “presenza e
l’assistenza personale diretta al cliente del farmacista”).
***
Questa dovuta precisazione ci consente tuttavia di ricordare anche (fuori
Rubrica e Piazza Pitagora) che il Governo ha predisposto l’inevitabile
ulteriore maxi emendamento alla Legge di stabilità che sarà approvato
dalla Camera nei prossimi due giorni, per passare poi al voto finale del
Senato previsto per lunedì prossimo.
Tra le ultimissime novità merita inoltre di essere segnalato il rinvio al
1 gennaio 2015 della nuova remunerazione del farmaco a favore delle
farmacie e il rinvio al 24 gennaio 2014 della c.d. “mini IMU”, cioè
dell’imposta comunale dovuta anche sulle prime case nelle ipotesi in cui i
comuni abbiano deliberato un’aliquota maggiore rispetto a quella base del 4
per mille.
Cogliamo l’occasione per rinnovare i nostri migliori Auguri per le prossime
festività.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!