Il rimborso della tassa sull’imbarcazione

Come abbiamo reso noto a tempo opportuno, un decreto legge del Governo
Letta ha rimodulato la tassa sulle imbarcazioni istituita dal Governo
Monti.
In particolare, è stata prevista – ed era molto attesa… – l’esclusione dal
pagamento della tassa per le unità da diporto di lunghezza compresa tra
10,01 e 14 metri e la riduzione al 50% degli importi dovuti alla data di
entrata in vigore del decreto-legge per le unità da diporto di lunghezza
compresa tra 14,01 e 20 metri.
I possessori di imbarcazioni che avessero effettuato il versamento per
intero della tassa in argomento entro il 31 maggio scorso (che per la
verità dovrebbero essere tutti, considerato che il provvedimento è entrato
in vigore in data successiva) possono oggi ottenere il rimborso
dell’importo versato in eccesso mediante istanza da proporre esclusivamente
in via telematica compilando il relativo modello che è stato ora approvato
dall’Agenzia delle Entrate e che è disponibile sul sito dell’Agenzia
stessa.
L’istanza, ricordiamolo, potrà essere presentata a decorrere dal 18
novembre 2013.

(Studio Associato)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!