Trasformazione da tempo determinato a indeterminato – QUESITO

Vorrei sapere se e in che modo posso usufruire degli incentivi (circ. Inps
n.131 del 17/9/13) previsti per la trasformazione del contratto di lavoro
da tempo determinato a tempo indeterminato.
Il contratto che vorrei trasformare,in scadenza a fine luglio 2014, è
quello di una mia collaboratrice farmacista che compirà 29 anni il
20/12/13.

Mantenendo fermo il requisito anagrafico (29 anni), per poter ottenere
l’agevolazione deve sussistere una di queste due condizioni:
a) il lavoratore deve essere privo di impiego retribuito da almeno sei mesi
(nel Suo caso è necessario verificare se il dipendente risulta essere
stato alle dipendenze di altro datore di lavoro).
b) il lavoratore deve essere privo di un diploma di scuola media superiore
o professionale.
L’azienda, proprio per effetto della trasformazione del contratto, deve in
ogni caso, come noto, creare un nuovo posto di lavoro e quindi bisogna nel
concreto valutare se si realizza davvero un aumento dell’organico aziendale
rispetto alla forza lavorativa media occupata negli ultimi dodici mesi.
In caso positivo, l’aumento netto della forza lavoro dovrà sussistere per i
dodici mesi successivi alla trasformazione; diversamente, quindi, il datore
di lavoro non potrebbe usufruire dell’incentivo in quei mesi nei quali la
forza lavoro sia stata invece al di sotto di quella media.
È però in arrivo la legge di stabilità (Finanziaria 2014), che dovrebbe
intervenire ulteriormente sulla vicenda.

(marco porry)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!