Si può sospendere l’ apprendistato in corso ? – QUESITO

Un apprendista della farmacia mi ha chiesto di sospendere per un mese e
mezzo il rapporto di lavoro per indifferibili necessità personali. È
consentito?

Anche la giurisprudenza si è espressa favorevolmente per la c.d. proroga
dell’apprendistato in caso di interruzione temporanea, cioè di sospensione,
del rapporto, tenendo però presente che – essendo un contratto a carattere
formativo – lunghi periodi di inattività farebbero evidentemente venir
meno l’oggetto stesso dell’apprendistato, non consentendo infatti di
completare il percorso di qualificazione.

Per venire comunque al quesito, alla richiesta dell’apprendista di
sospendere soltanto per un mese e mezzo il rapporto (“per indifferibili
necessità personali”) può in pratica seguire validamente – ci pare – un
accordo formalizzato tra voi che non dovrebbe comportarne la definitiva
cessazione, ma soltanto, appunto, la sua sospensione temporanea per
l’intero periodo richiesto.

Sussistono peraltro altre ipotesi, forse più frequenti, che possono
giustificare la sospensione, come, ad esempio, quella della malattia (o le
ferie) dell’apprendista, pur se – come del resto ha precisato a suo tempo
il Ministero del lavoro – i periodi brevi (in linea di massima inferiori ad
un mese) non possono configurare generalmente neppure una sospensione del
rapporto, il quale in tali evenienze, e differentemente dunque dal Suo
caso, dovrebbe pertanto ritenersi prosegua senza soluzioni di continuità.

(giorgio bacigalupo)

La SEDIVA e lo Studio Bacigalupo Lucidi prestano assistenza contabile, commerciale e legale alle farmacie italiane da oltre 50 anni!